Silver Lion 2015 - Venice Biennale

Leone d’Argento 2015
Biennale di Venezia

Artifact

Debutto, 21 febbraio 2009 nel Festival VEO di Valencia.

Il progetto scenico Artefacto propone una riflessione sull’essenza drammatica del rapporto tra creazione culturale (effimera, caduca, fragile) e l’azione della natura (infinita, perenne, onnipresente); tra il carattere vulnerabile e futile della condizione umana e l’ubiquità della natura intesa nel suo complesso.

La drammaturgia di Artefacto si articola attraverso una successione di azioni basate sulla manipolazione di oggetti ed elementi scenografici. Queste azioni, eseguite da due performer, vengono catturate da una telecamera, trasformate con effetti video applicati in tempo reale e proiettate a grande scala sulle pareti dello spazio scenico. In Artefacto, la solita separazione tra palcoscenico e gradinata scompare per dar luogo a uno spazio ibrido, a metà strada tra l’installazione artistica e il chill out, in cui trovano i performer, il team tecnico e gli spettatori. Questi, distesi sul pavimento o seduti su sedie e cuscini, contemplano le azioni svolte dagli artisti e, allo stesso tempo, le proiezioni di queste azioni proiettate sui muri dello spazio. In questo modo, partecipano a una doppia narrazione: quella delle azioni sceniche e quella della trascrizione filmica di esse, che le trasforma plasticamente; due piani drammaturgici che si sovrappongono per articolare un’esibizione estetista, con un contenuto concettuale forte e un’intensa carica poetica. Artefacto è il risultato dello stesso processo creativo di Contra.Natura.

Squadra

Regia: Àlex Serrano / Drammaturgia: Pau Palacios e Àlex Serrano / Performance e collaborazione nella creazione: Ester Forment e Diego Anido / Coreografie: Ester Forment / Project Manager: Barbara Bloin / Spazio scenico: Pau Vidal / Light design – Costumi: Isabel Franco / Software: Martí Sánchez-Fibla / Realizzazione dei video: Josep Maria Marimon / Musica: Sebastián García Ferro / Consulenti del progetto: Víctor Molina e Roberto Fratini.

Una produzione di

Agrupación Señor Serrano.

Con il sostegno di

Departament de Cultura i Mitjans de Comunicació de la Generalitat de Catalunya, Festival PNRM d’Olot, III Encuentros Magalia, Institut Ramon Llull e L’Estruch de Sabadell.

Torna in alto